FAQ > PEC e Servizi certificati > Domande frequenti Firma Digitale e Firma Remota

Domande frequenti Firma Digitale e Firma Remota

La Firma Digitale è l'equivalente elettronico di una tradizionale firma autografa apposta su carta. Associata stabilmente al documento elettronico su cui è apposta, lo arricchisce di informazioni che ne attestano con certezza l'integrità, l'autenticità, la non ripudiabilità, conferendo al documento piena efficacia probatoria.
Gli elementi che caratterizzano la Smart Card di Firma Digitale sono il Certificato di Firma, (o Certificato Digitale di Sottoscrizione), e il Certificato di autenticazione (CNS e di autenticazione personale), che gli Enti Certificatori rilasciano a chi ne fa richiesta.

Il servizio di Firma Digitale Remota consente la sottoscrizione di documenti digitali in condizioni di massima sicurezza ma senza l'utilizzo di una Smart Card e l'installazione di un hardware dedicato.
Per maggiori informazioni su Firma Digitale e Firma Digitale Remota consultare le guide dedicate.
 
, in base a quanto stabilito dall'art. 15 della legge 59/97, per il quale "gli atti, dati e documenti formati dalla Pubblica amministrazione e dai privati con strumenti informatici o telematici, i contratti stipulati nelle medesime forme, nonché la loro archiviazione e trasmissione con strumenti informatici, sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge".

Inoltre, l'attuale Codice delle Amministrazioni digitali stabilisce che "Il documento informatico, sottoscritto con Firma Digitale o con un altro tipo di firma elettronica qualificata, ha l'efficacia prevista dall'articolo 2702 del Codice Civile. L'utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria".

Per maggiori informazioni sulla firma digitale consultare le guide dedicate.
 
Acquistare e ottenere una Firma digitale è semplice: Per maggiori informazioni sulla procedura di acquisto, modalità di riconoscimento e attivazione della firma consultare le guide dedicate.
 
Se si è effettuato l'ordine su pec.it prima del 24/03/2020 è necessario essere in possesso di Scratch Card spedita da Aruba a conclusione dell'ordine (con la registrazione del pagamento) e seguire la procedura dedicata presente nel seguente link: Attivazione Firma Remota con Scratch Card.

Se si è effettuato l'ordine su pec.it dopo il 24/03/2020 l'attivazione dell'account di Firma Remota può essere eseguita solo dopo aver ricevuto, all'indirizzo indicato in fase di ordine, email di Notifica Account di Firma Remota contenente il Codice Utente e un link diretto alla procedura di attivazione del servizio di Firma.
Inoltre, se si è scelta la firma remota otp display oppure usb è necessario attendere anche la ricezione del dispositivo fisico prima di procedere. La procedura completa è riportata al seguente link: "Attivazione Firma Remota senza Scratch Card".
 
Per poter acquistare il servizio di Firma Digitale e/o Firma Digitale Remota è obbligatorio eseguire il riconoscimento, ossia il riconoscimento certo del Richiedente (come previsto dalla vigente normativa). È possibile scegliere tra:
  • riconoscimento De Visu con operatore via webcam o app Mobile Aruba De Visu;
  • riconoscimento De Visu presso Pubblico Ufficiale;
  • riconoscimento gratuito con tessera sanitaria o CNS purché in possesso del relativo PIN;
  • riconoscimento gratuito con CIE (carta d'identità elettronica), purché in possesso di un lettore NFC contact-less (wireless);
  • riconoscimento gratuito con altra Firma digitale e/o Firma Remota purché attiva.
Dopo aver eseguito il riconoscimento è possibile procedere all'attivazione del servizio.
Per maggiori informazioni consultare la guida dedicata disponibile al link: Acquisto Firma Digitale.
 
Per poter acquistare il servizio di Firma Digitale e/o Firma Digitale Remota è obbligatorio eseguire il riconoscimento, ossia il riconoscimento certo del Richiedente (come previsto dalla vigente normativa). 

Il Riconoscimento devisu con operatore via webcam può essere eseguito da un qualunque PC o tramite l'applicazione mobile Aruba de Visu, scaricabile da smartphone e tablet. L'identificazione via webcam avviene con strumenti audio/video quindi è indispensabile utilizzare un microfono e una webcam funzionanti. In caso di app Aruba De Visu verificare prima i prerequisiti di utilizzo. Le procedure complete sono disponibili alle guide dedicate:
È possibile sottoscrivere digitalmente qualsiasi documento elettronico, sia esso un documento di bilancio, un contratto, un documento di risposta ad una gara d'appalto, un ordine di acquisto, ecc.

Per maggiori informazioni consultare le guide dedicate.
 
È possibile verificare la validità del Certificato in qualsiasi momento. Per eseguire l'operazione:
  • in caso di utilizzo di Aruba Key, avviare Aruba Key stessa;
  • in caso di utilizzo di Token o lettore da tavolo, avviare il software Aruba Sign.
Quindi procedere come di seguito indicato:
  • trascinare un qualsiasi file firmato sul pulsante Verifica del software o in alternativa aprire con un click il pulsante Verifica dalla toolbar del programma e trascinare su Seleziona Documenti il file da verificare;
  • fare doppio click sul certificato identificato con (CADES) nome cognome dalla sezione Verifica firme e marche temporali:
  • visualizzare la data di validità dalla schermata dei dettagli del certificato precedentemente selezionato:
 
Il rinnovo del Certificato di Firma Digitale può essere eseguito a partire da 2 mesi prima della data di scadenza dello stesso. È necessario utilizzare l'account (username del tipo [email protected]) associato il primo ordine. Vengono inviate comunicazioni di avviso scadenza all'indirizzo email del titolare della firma con cadenza 60, 45, 30, 15, 10, 5 e 2 giorni prima della scadenza stessa.

In caso di rinnovo anticipato, la nuova data di scadenza è calcolata a partire dal giorno di attivazione del nuovo certificato e non dalla data in cui scadeva il precedente. Superata la data di scadenza del Certificato di Firma non può più essere rinnovato. Il rinnovo si compone di due fasi che vanno eseguite nell'ordine indicato:
  1. ordine di rinnovo del Certificato online dal link: rinnovifirmadigiatale.pec.it;
  2. successivo import del Certificato sul proprio dispositivo (per le modalità visionare la guida dedicata).
Le modalità di accesso al pannello per eseguire l'ordine di rinnovo del Certificato sono diverse a seconda che si effettui l'autenticazione tramite account Aruba (username del tipo [email protected]) e relativa password o con Dispositivo di Firma.

Per ulteriori dettagli visionare le guide dedicate.
 
Il rinnovo del Certificato di Firma Remota può essere eseguito a partire da 2 mesi prima della data di scadenza del servizio. Vengono inviate comunicazioni di avviso scadenza all'indirizzo email del titolare della firma con cadenza 60, 45, 30, 15, 10, 5 e 2 giorni prima della scadenza stessa.

In caso di rinnovo anticipato la data di scadenza del Certificato di Firma Remota non subisce variazioni ed è calcolata dalla precedente data di scadenza del Certificato stesso, aggiungendo gli anni di Rinnovo. ​

Superata la data di scadenza del certificato di Firma non sarà possibile procedere al rinnovo. In questo caso è necessario acquistare un nuovo Kit di Firma Remota. Per maggiori informazioni sulla procedura da seguire è possibile consultare la guida dedicata.
 
Il rinnovo del Certificato su stessa Smart Card o Sim Card è consentito purché il medesimo conservi le caratteristiche di sicurezza indicate dalla normativa di riferimento (come previsto all'art. 3.2 delle Condizioni di fornitura dei Servizi E-Security, terzo paragrafo).

Se è stato già eseguito un rinnovo sulla stessa Card (stesso supporto), la Card contenente il Certificato in scadenza non possiede i requisiti di sicurezza attualmente richiesti dalla normativa per i certificati di nuova emissione e pertanto non può essere mantenuta per il nuovo Certificato. Il rinnovo sulla stessa Card (stesso supporto) è quindi eseguibile solo una volta.

Nel caso si esegua un secondo rinnovo su stessa Card (stesso supporto), selezionare Rinnovo su nuovo supporto. Così facendo sarà spedita una nuova Card con il Certificato rinnovato.
 
La Smart Card ha le dimensioni di una comune carta di credito con microchip (o eventualmente quelle di una SIM telefonica) e consente di firmare documenti digitali e di accedere in modo sicuro ai siti web. Per il corretto funzionamento devono essere installati nel computer i relativi driver e software di firma Aruba Sign, scaricabili alla pagina dedicata del sito pec.it. Per maggiori informazioni consulatare la guida dedicata:
 
Aruba Key è un dispositivo all-in-one che fornisce in una unica soluzione tutto quanto necessario per la Firma Digitale e la Marca Temporale e, grazie al Certificato di autenticazione CNS (Carta Nazionale dei Servizi), permette di accedere e consultare i servizi online offerti dalla Pubblica Amministrazione.
Può essere in formato sim Card (lettore per tessere formato sim) o Smart Card (lettore per formato carta di credito).
Non necessita di installazione Hardware o Software, i driver per il corretto riconoscimento sono presenti all'interno del dispositivo stesso. Questo permette l'applicazione e l'utilizzo di Aruba key su qualsiasi PC ospite.

Per inserire la Smart Card in formato SIM in Aruba Key, rimuovere lo sportellino di protezione, sul lato posteriore del dispositivo e farlo scorrere verso l'esterno. Una volta aperto il vano del Lettore Smart Card, inserire la SIM di Firma Digitale, con il chip rivolto verso il basso.

In caso di Pc Windows:

Collegare Aruba Key a una presa USB del PC e attendere che compaia il messaggio "Installazione driver di dispositivo completata".

Aruba Key è vista dal PC come una periferica HID (Human Interface Device), pertanto i driver per il corretto riconoscimento sono presenti all'interno del dispositivo stesso.

Se nella postazione è attiva la funzione di esecuzione automatica (Autorun) al momento del collegamento di Aruba Key la Barra degli strumenti si avvia automaticamente.

Nel caso in cui, al momento dell'inserimento di Aruba Key la Barra degli strumenti non sia visualizzata, è probabile che la funzione di esecuzione automatica sia disattivata. Per attivarla, dalla cartella "Computer/Risorse del Computer/Questo PC" visualizzare il contenuto di Aruba Key, quindi avviare il file autorun.exe facendo doppio click sul file.
Se anche con doppio click Arub Key non si avvia eseguire formattazione e ripristino seguendo la guida: Formattazione e Ripristino Aruba Key (PC).


In caso di Pc Mac:

Collegare Aruba Key a una presa USB del Mac. Il dispositivo è immediatamente operativo, attendere che compaia un'icona sulla scrivania.
Aruba Key viene vista dal Mac come un generico volume USB (in fase di installazione è possibile che la periferica venga riconosciuta come "NO NAME").

Aprire il volume appena montato e cliccare sull'icona Arubakey.

Si avvia la barra di menù del dispositivo Aruba Key come quella riportata nella figura seguente, ed è possibile eseguire tutte le operazioni di Firma, Marca Temporale e verifica File Firmati.
 
Nel caso si sia smarrito il nome utente (scelto dall'utente in fase di attivazione) e relativa password di Firma Remota, è possibile recuperare il nome utente e creare una nuova password dal pannello di Gestione Firma Remota.

Di seguito i link diretti alle pagine di recupero: Per maggiori informazioni sulla procedura da seguire consultare la guida dedicata.
 
In caso di cambio telefono, per rimettere in funzione la firma remota con otp mobile nel nuovo smartphone collegarsi al pannello di Gestione Firma Remota e richiedere nuovo codice di attivazione da inserire come password nell'app del nuovo device.

Per procedere, autenticarsi su pannello di Gestione Firma Remota quindi cliccare su Gestione dispositivi > Sostituzione dispositivo e seguire la procedura guidata. Per maggiori informazioni sulla procedura da seguire consultare la guida dedicata.
 
Nel caso in cui non si riceva il kit di firma acquistato in convenzione, si consiglia di accertarsi che la sede dell'Ordine Professionale a cui si è iscritti sia aperta ed operativa così che si possa ricevere il kit dal corriere regolarmente.

Qualora la sede dell’ Ordine sia chiusa, il corriere non potrà effettuare la consegna e rispedirà il kit al mittente; in questo caso non sarà possibile programmare la consegna ad un altro indirizzo.

Se la sede del proprio Ordine Professionale riceve le consegne dei kit su appuntamento oppure in orari definiti, è necessario aprire una richiesta di assistenza sul portale assistenza.aruba.it specificando il giorno e l'orario di apertura uffici e un recapito telefonico da poter fornire al corriere GLS.
 
Per risolvere il problema riscontrato in fase di avvio di ArubaSign con il sistema operativo MacOS Big Sur è necessario installare l’ultima versione di Aruba Sign. Per farlo seguire le indicazioni alle guide dedicate:

Firma Digitale - Aruba Sign non si avvia con il sistema operativo MacOS Big Sur

Firma Remota - Aruba Sign non si avvia con il sistema operativo MacOS Big Sur
 
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.