Domande frequenti > Cloud > Domande frequenti Cloud

Domande frequenti Cloud

  1. Effettuare l'attivazione del servizio Cloud back-up dal pannello tecnico Cloud:;
  2. eseguire il download dell'agent;
  3. procedere con l'installazione;
  4. al termine dell'attività è possibile configurare lo stesso sulla console di gestione:
    accedere alla console;
    visualizzare e configurare la console;
  5. il servizio è pronto per la creazione di un Job personalizzato.
A seguito della registrazione di un dominio è necessario aggiungere il servizio di DNS Cloud se non già attivo.
Per la procedura di attivazione è possibile consultare la guida dedicata
A seguito dell'attivazione è possibile aggiungere tramite l'interfaccia del pannello di controllo un record A, come indicato nella guida dedicata.
Dal momento dell'implementazione di un record A sono necessarie 24/48 ore per la replicazione in rete di tale impostazione.
Qualora si utilizzi DNS Aruba o italiani tale tempistica risulta ridotta:
DNS Aruba Cloud:

ns1.cloud.it
dns1.forpsicloud.cz
dns1.arubacloud.fr
dns1.arubacloud.de
dns1.arubacloud.co.uk
È necessario verificare che il server in questione navighi correttamente sulla rete pubblica.
Poiché si è impossibilitati ad una connessione remota è necessario accedere al proprio server mediante console di ripristino Cloud facendo riferimento alla guida dedicata.
Per una migliore esperienza di utilizzo di tale strumento è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox facendo accesso al pannello tecnico: https://admin.dc1.computing.cloud.it/Login.aspx.
Qualora si effettui l'accesso al pannello di controllo attraverso il link presente all'interno dell'area Clienti la console non funzionerà.
In caso si riscontrassero problematiche di scrittura mediante tale strumento è possibile utilizzare le tastiere virtuali a disposizione poste in basso nella stessa interfaccia.
A seguito dell'accesso, mediante le credenziali applicate al momento dell'attivazione del server, è possibile verificare la navigazione dello stesso tramite browser (se disponibile) o effettuando l'esecuzione del comando ping ad un sito come Google.

Comando:
ping google.it
 
Risposta:
Esecuzione di Ping google.it [74.125.206.94] con 32 byte di dati:
Risposta da 74.125.206.94: byte=32 durata=57ms TTL=41
Risposta da 74.125.206.94: byte=32 durata=57ms TTL=41
Risposta da 74.125.206.94: byte=32 durata=57ms TTL=41


Qualora la risposta sia equivalente a quella mostrata in precedenza è necessario verificare la propria connessione.
Al contrario se la risposta del comando riporta l'impossibilità di raggiungere tale sito, al contrario dell'esempio sopra descritto, è necessario contattare l'assistenza.
È necessario verificare tramite pannello di controllo Cloud la tipologia di server attivato.
È possibile effettuare il reset della password del proprio account tramite l'Area Clienti Aruba, come da indicato nella guida dedicata.
Il subentro di un Account Cloud coinvolge tutti i servizi ad esso associati. Per procedere con il subentro è necessario che il credito del cedente sia pari a 0 o superiore. Per procedere occorre fa riferimento alla seguente procedura:
  1. Scaricare, compilare e rinviare, il "modulo richiesta subentro Cloud Computing".
    Nella prima parte del modulo occorre indicare i dati relativi all'attuale intestatario dell'account Cloud per il quale sta richiedendo il subentro (dati del cedente) e la nuova login al quale viene ceduto (Login e dati del nuovo intestatario). La nuova login non deve avere un ARU già associato. Nel caso la login registrata abbia già un ARU associato è possibile richiedere una nuova login associata sempre alla stessa anagrafica seguendo le indicazioni riportate nella guida dedicata.
    È importante ricordare che la scelta del rimborso del credito residuo comporta l'azzeramento del credito dell'account ARU ceduto. Sarà quindi premura del nuovo intestatario ricaricare il credito sull' ARU a subentro completato, così da garantire il rinnovo dei servizi;
  2. Accedere a https://carrello.cloud.it/it/acquista per effettuare, con la nuova login , un ordine minimo di ricarica (€ 1) senza concludere la procedura di pagamento, scegliendo come modalità bonifico o bollettino;
  3. Allegare una copia dei documenti di identità del vecchio e del nuovo intestatario.
Per disconoscere un ordine di ricarica Cloud è necessario aprire una richiesta dal portale assistenza.aruba.it. Nel caso si sia già cliente è necessario aprire la richiesta identificandosi con il proprio account e indicando il numero di ordine che si vuole disconoscere.
Nel caso non sia in possesso del numero di ordine che vuole disconoscere è possibile recuperarlo secondo le seguenti modalità:
PayPal: è sufficiente accedere al portale www.paypal.com e verificare l'estratto conto dei pagamenti. Individuato quello di proprio interesse per pagamento emesso verso ArubaSPA cliccare e verificare il numero di ordine commerciante ES. 89980909-1.
Carta di Credito: è sufficiente inviare una mail al nostro intermediario per i pagamenti con carta di credito, Banca Sella, all'indirizzo assistenza_ecommerce@sella.it, indicando i riferimenti specifici dell'addebito. Banca Sella è in grado di fornire il numero di ordine commerciante. Tale dato è fondamentale per poter comprendere la natura dell'addebito e, se necessario, rimborsare la transazione indesiderata.
Per maggiori dettagli su come eseguire il pagamento di un ordine visionare quanto riportato allo specifico menu "Pagamenti e fatturazione" di questa stessa sezione.
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.